Saturday, January 28, 2012

Aumenta il turismo in Umbria


Aumenta il turismo in Umbria

Nel 2011 si è registrato un aumento del 7%
Spinto dalla pubblicazione dei dati Istat sul movimento turistico nel 2010 l'assessore regionale Bracco ha voluto precisare che nel periodo gennaio-novembre 2011, il turismo in Umbria ha fatto registrare, rispetto all'analogo periodo del 2010, un incremento pari al 7,65 per cento degli arrivi e al 7,20 delle presenze. Complessivamente, gli arrivi ammontano a due milioni 91 mila 223, mentre le presenze toccano quota 5 milioni 824 mila 761.

Un bel balzo in avanti, se si confrontano le cifre con quelle dell'anno passato, quando il totale degli arrivi era stato di 1 milione 942 mila 578 e quello delle presenze pari a 5 milioni 433 mila 755.
E il "trend" positivo si conferma nello scorso mese di novembre, che, rispetto allo stesso mese del 2010, fa registrare un +2,68 per cento negli arrivi ed un +3,33 per cento nelle presenze. Ovvero, traducendo le percentuali, sono stati 102 mila 254 i turisti registrati nelle strutture ricettive umbre, alberghiere ed extra-alberghiere, al momento dell'arrivo (rispetto ai 99 mila 582 del novembre 2010) e 255 mila 644 quelli calcolati in base al numero dei pernottamenti (247 mila 399 nel novembre 2010).

Sono questi gli ultimi dati relativi ai flussi turistici in Umbria, raccolti dal Servizio Turismo della Regione, relativi al movimento comprensoriale (i comprensori delle Province di Perugia e Terni) ed alla stagionalità. " Un quadro positivo e confortante, soprattutto in tempi di crisi. Una classifica – aggiunge Bracco -, che sarebbe comunque ancora migliore, se si considerasse che la 'performance' turistica dell'Umbria, regione priva di sbocchi sul mare, dovrebbe essere considerata al netto degli arrivi e delle presenze relative al turismo balneare". Una puntualizzazione che comunque non cambia la situazione perché ogni regione ha le sue peculiarità e quelle deve saper sfruttare al meglio, anche se il turismo di massa approderà e stazionerà difficilmente in Umbria e mai potrà assumere numeri da capogiro vista la dimensione della regione "I dati raccolti – conclude l'assessore Bracco – confermano la predilezione del turista per un'ampia ed articolata offerta tematica, basata su borghi e centri storici, ambiente, manifestazioni culturali, sport, benessere ed enogastronomia". Da gennaio a novembre 2011, sono stati rispettivamente 1 milione 796 mila 677 gli arrivi e 5 milioni 117 mila 254 le presenze nella provincia di Perugia, 294 mila 546 e 707 mila 507 nella provincia di Terni. Sul totale generale della regione, gli stranieri hanno fatto registrare 617 mila 422 arrivi e 2 milioni 91 mila 877 presenze.

http://www.saturnonotizie.it/news/leggi/42484/Aumenta-il-turismo-in-Umbria.html